Italiano - Inglese Italiano Inglese
Da 35 anni siamo impegnati a creare un'italia fiorita con strade alberate, aiuole ricche di arbusti e fiori che rendono la città un ambiente più sano e più felice in cui vivere
Vivaio
Forniture per il paesaggio
Bio Alimentazioni
News
Promozioni

GIARDINI VERTICALI

 

GIARDINI VERTICALI

 
VERDI GRAFFITI, un modo nuovo di pensare il verde

GIARDINI VERTICALI
Il verde a disposizione della progettazione architettonica.


IL MURO VERDE
Composto da un substrato vegetale naturale (sfagno) si contraddistingue per il basso consumo d’acqua e una capacità di radicamento superiore a quella di un classico terreno vegetale. Protegge i muri degli edifici, ne migliora il bilancio termico e l'assorbimento acustico. Ideale l'impiego per creare barriere fonoassorbenti (ad esempio lungo le strade ad alto scorrimento). Attraverso il processo di fotosintesi clorofilliana ed al conseguente assorbimento di CO2 contribuisce al trattenimento delle polveri sottili. Ha un alto potere fito-depurativo.
 

  • GIARDINI VERTICALI
  • GIARDINI VERTICALI
  • GIARDINI VERTICALI
  • GIARDINI VERTICALI
  • GIARDINI VERTICALI
  • GIARDINI VERTICALI
GIARDINI VERTICALI
GIARDINI VERTICALI


NON SONO NECESSARI IMPIANTI COMPLESSI
E’ sufficiente un solo tubo posto sopra al muro per garantire l’acqua a tutta la parete. L’irrigazione avviene attraverso un sistema ad “ala gocciolante” con i fori posti a distanza di 30 cm e il tubo appoggiato e nascosto alla sommità del muro vegetale. La vasca di raccolta non è sempre necessaria. Il forte potere assorbente dello sfagno consente di avere alla base del muro un minimo residuo di acqua. Nei luoghi chiusi si può avere una vaschetta di raccolta molto semplice senza pompe per il ricircolo dell’acqua o impianti complessi, il suo l’alto potere di mantenersi umido permette di ridurre il numero di innaffiature.

COSA POSSIAMO COLTIVARE NELLO SFAGNO?

Le caratteristiche dello sfagno consentono di coltivare, pratica mente qualsiasi essenza: orchidee, bromelie, rose, arbusti, erbacee perenni, fragole, pomodori.

CHE  COS’È  LO SFAGNO?

Lo sfagno è un muschio filamentoso con lo strato più esterno formato da cellule morte ed una alta capacità assorbente. Rimane sempre ossigenato e non crea asfissia radicale, per le piante ha proprietà antibatteriche e antibiotiche. Se avete una pianta malata con lo sfagno la guarirete. Basti pensare che nei tempi antichi veniva impiegato come disinfettante delle ferite.

GLI IMPIEGHI DELLO SFAGNO:

Giardini verticali
Giardini pensili
Arte topiaria
Tetti vegetali inclinati
Barriere fonoassorbenti